top of page
  • tiraboschiclaudio

L’importanza di aspettare. (post per pochi)

Aspettare dal latino exspĕctare. simile a aspĕctare cioè "guardare attentamente"

Il termine possiede una profonda chiarezza e un'incisività notevole. Tra l'annuncio o la previsione di un evento e il suo effettivo verificarsi, si dispiega un significativo lasso temporale che cattura la nostra attenzione, conducendoci a rivolgerci ad esso con una concentrazione acuta, quasi come il gatto intento davanti al varco da cui prevede l'emergere del topo.

L'attesa abbraccia questo arco temporale con un respiro ampio e una sintesi elegante, delineando non solo l'atto di attendere in sé, ma anche il tempo impiegato in tale attesa e le emozioni che permeano questo intervallo. È un concetto che si estende per abbracciare il momento di anticipazione, un'attitudine volta verso il futuro che ci coinvolge profondamente. Possiamo ritrovarci in attesa dei risultati di un esame, lamentarci della lunghezza dell'attesa o sperimentare la palpabile trepidazione dell'attesa quando gli spettatori si sistemano in platea, pronti per il concerto imminente.

È un periodo di tempo che può manifestarsi come vuoto, colmo di noia o pervaso da emozioni intense. In questo lasso temporale, ci troviamo in una sorta di trazione, in attesa di qualcosa che, seppur ancora non definito, si presenta come un momento significativo.


L'Arte dell'attesa: Una Lezione Importante per Aspiranti Conducenti

Imparare a Patire: Un Tesoro Nascosto

In un mondo dove la velocità domina, l'attesa diventa una virtù spesso trascurata. Ma come possiamo trasmettere ai nostri allievi l'importanza di procedere con pazienza nell'apprendimento della guida e della sicurezza stradale?


Qui risiede la fondamentale responsabilità degli insegnanti di guida, guide di futuri guidatori.

Perché l'attesa è così cruciale dietro al volante?

L'attesa è un'arte spesso sottovalutata dietro al volante.

Significa scoprire il valore della sicurezza stradale, sviluppare l'autodisciplina necessaria e apprezzare veramente il viaggio e ciò che seguirà. Trascurare l'apprendimento dell'attesa potrebbe portare a una guida impaziente, che si fa trascinare dalla fretta che ormai domina la nostra vita causando frustrazione e rischi per la sicurezza stradale.

Come possiamo insegnare agli allievi abituati alla fretta?

In autoscuola, la pratica è essenziale: "Se ascolto, dimentico; se guardo, capisco; se guido, imparo." Un guidatore apprende a manovrare, a rispettare le regole ogni giorno e, allo stesso modo, impara ad attendere quando necessario.

Imparare a pazientare dietro al volante significa acquisire consapevolezza, autodisciplina e comprendere che la sicurezza richiede tempo. Dire ad un ragazzo che deve aspettare ancora un mese per l'esame è spesso difficile, e sempre controproducente in termini di risultato economico per un'autoscuola. Ma aspettare significa


anche riflettere, attribuire il giusto valore a ogni situazione e rispettare i tempi necessari. Un conducente paziente apprezzerà di più la sicurezza stradale e, quando raggiungerà la destinazione, avrà guadagnato fiducia nella propria abilità. Elementi chiave nella formazione di un conducente responsabile.


E se l'educazione all'attesa fosse legata alla strada?

Qui entrano in gioco, ad esempio, l'attesa ai semafori e il rispetto delle regole stradali. Aspettare il verde insegna pazienza e consapevolezza del momento giusto per procedere. Rispettare le regole stradali significa dare il giusto valore alla sicurezza e riconoscere i bisogni degli altri conducenti. Un guidatore consapevole apprezzerà la bellezza del viaggio in strada e il valore della sicurezza.

L'arte dell'attesa è una lezione essenziale che può modellare gli aspiranti conducenti in individui responsabili e sicuri sulla strada.

6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page