top of page
  • tiraboschiclaudio

Guidare a 17 anni è possibile?

Guidare a 17 anni con la nuova patente europea

Il Parlamento UE ha deciso che sarà possibile ottenere la patente europea a 17 anni, ma solo con un supervisore.

La Commissione UE ha presentato queste proposte quasi un anno fa per aumentare la consapevolezza degli automobilisti. La proposta è stata approvata con 339 "sì", 240 "no" e 37 astensioni. L'iter sarà gestito dal nuovo organo esecutivo, che si formerà con le elezioni del 6-9 giugno 2024.

Le regole si fanno più rigide, con controlli e sanzioni.


Non servirà più quindi aspettare il compimento della maggiore età per mettersi al volante. A 17 anni, con la guida di un "conducente esperto", ancora non ben definito, si potrà richiedere la patente europea. Tuttavia, i neopatentati saranno sotto sorveglianza nei primi due anni con una sorta di "patente provvisoria ancora non ben specificato".

Le autorità sono meno tolleranti riguardo all'alcol, punendo severamente comportamenti insicuri. L'idea è di dare fiducia ai giovani, chiedendo una condotta esemplare, basata sul buon senso e consapevolezza dei pericoli.


Altri Cambiamenti nella normativa

Queste novità fanno parte di un piano più ampio per migliorare la sicurezza stradale e ridurre gli incidenti mortali. L'obiettivo è contrastare i circa 20.000 incidenti annui nei 27 Stati membri. Le statistiche dimostrano l'importanza di proteggere i pedoni, con 238 morti nei primi otto mesi del 2023 in Italia, secondo l'osservatorio Asaps.


Siamo stati i primi ad adottare questo sistema?

Patente a 16 anni Nuova Zelanda

Nel 1987, la Nuova Zelanda ha introdotto la patente a fasi, seguita nel 1996 dalla Florida, prima negli USA. Guarda, sotto i 20 anni il rischio di fare un incidente è 4 volte più alto. Ed è per questo che in molti posti, prendere la patente prima dei 18 anni significa seguire regole più strette. In Italia, invece, ci concentriamo solo sulla potenza della macchina e limitiamo i neopatentati.

le statistiche indicano che dal 1996 (negli stati in cui hanno introdotto il sistema graduale di patente) al 2017, i morti per incidenti con guidatori sotto i 20 anni sono calati del 53%. Uno studio del 2017 dice che i ragazzi sotto i 16 anni hanno 1,5 volte più incidenti per miglio rispetto a quelli di 18-19 anni. Gli errori comuni dei giovani al volante sono velocità e inesperienza, soprattutto con altri giovani in auto. Di notte, il rischio di incidenti fatali è 3 volte più alto sotto i 18 anni che tra i 30 e i 59 anni. In generale, più ragazzi in macchina con un guidatore sotto i 18 anni aumentano il rischio di incidenti, mentre dai 30 anni in poi questo rischio scende.


Basta alla visita medica?

Autocertificazione medica per la patente

Il conseguimento e il rinnovo della patente richiederanno una conferma delle condizioni psicofisiche, ma non più attraverso una visita medica obbligatoria. Sarà sufficiente un'autocertificazione, con la responsabilità di sensibilizzare l'opinione pubblica affidata agli Stati membri.

L'esame per la patente subirà sostanziali modifiche, con maggiore attenzione alla guida in condizioni reali e prove su terreni scivolosi.


La patente sarà digitale?



La patente digitale sarà introdotta, equivalente a quella cartacea e disponibile sui telefonini. Questo semplificherà il processo di gestione delle licenze, rendendolo più efficiente e accessibile. In breve, le regole cambiano per garantire maggiore sicurezza stradale, adattandosi alle esigenze dei conducenti e sfruttando la tecnologia.

4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page